Associazione Semiperdo

SITO DI RIFERIMENTO
www.semiperdo.it

REFERENTE
Giovanna De Masellis

INDIRIZZO
via Duca d’Aosta 12/C

CAP
33097

LOCALITA’
Spilimbergo

TELEFONO
3338715018

FAX
0427 706001

MAIL DI RIFERIMENTO

Associazione Semiperdo

Il ridestato interesse per gli sport a contatto con la natura sta coinvolgendo sempre più persone verso l’orienteering, lo sport dei boschi. La maggior parte dei praticanti ha trovato in questa disciplina la giusta combinazione tra movimento fisico ed il piacere di partecipare ad un’attività all’aria aperta.

Nelle gare lo spirito e le motivazioni dei partecipanti possono essere diversi: c’è chi affronta la competizione con animo esclusivamente agonistico e chi gareggia in corti e facili percorsi senza tante preoccupazioni di piazzamento. Completare regolarmente il percorso è già di per se gratificante. Per questo l’orienteering è uno sport per tutti. Infatti sono previste categorie suddivise per sesso, fasce d’età (dai 10 sino ai sessant’anni e più…) e con diverse difficoltà di percorso.

Come si svolge una gara di orientamento.

La gara ha inizio con la consegna ad ogni concorrente di una cartina topografica molto dettagliata sulla quale vengono indicati, con segni convenzionali, partenza, arrivo e punti di controllo intermedi dove si dovrà obbligatoriamente transitare.
In tali punti sul terreno è posizionata la lanterna (un prisma a base triangolare di colore bianco arancio) munita di pinzetta punzonatrice con la quale documentare l’avvenuto passaggio sull’apposito “cartellino testimone” che ogni concorrente deve portare con se e consegnare al traguardo.

Il percorso da seguire fra un punto di controllo e l’altro è libero: ognuno sceglierà quello che riterrà il migliore sulla base delle informazioni topografiche che riuscirà a ricavare dalla cartina.

Vincerà chi compirà l’intero percorso nel minor tempo.

La stagione dell’orienteering inizia a gennaio e termina in dicembre, e poi c’è lo sci-orientamento, per chi ha dimestichezza con gli sci da fondo, o il bike-orienteering per chi si sente un fulmine in bicicletta. Per i diversamente abili è previsto il “trail-o”, orienteering di precisione.


Eventi

[events_list tag=58]

 
facebook